domenica 26 marzo 2017

pc 26 marzo - Le truppe imperialiste Usa ammettono il gigantesco massacro dei civili in Irak - truppe italiane e governo italiano complice - siete voi i veri terroristi!



La dinamica dell'accaduto non è chiara: secondo alcune fonti le bombe avrebbero colpito un camion carico di esplosivo che poi avrebbe provocato il crollo del palazzo.

L'offensiva per riprendere Mosul ovest è iniziata a febbraio. La parte orientale della città è ormai sotto il controllo del governo e dell'esercito iracheno, ma il centro storico e la zona occidentale ancora sono oggetto di combattimenti furibondi. E' in uno di questi combattimenti che l'intervento dell'aviazione americana e alleata avrebbe compiuto la strage. Bachar al-Kiki, capo della provincia di Ninive, ieri ha parlato di "decine di corpi ancora sepolti sotto le macerie" di alcune palazzine distrutte dalle bombe. Il governatore provinciale Nawfal Hammadi ha accusato la coalizione a guida Usa di avere condotto raid sul quartiere di al-Jadida uccidendo "più di 130 civili".

Due testimoni locali scampati alla strage, sempre all'Afp hanno descritto la distruzione di un immobile con 170 abitanti. L'Onu ha espresso "profonda inquietudine" e la coordinatrice umanitaria per l'Iraq, Lise Grande, si è detta "sconvolta da queste terribili perdite umane". Proprio nel timore di nuove stragi, l'esercito iracheno ieri sera ha annunciato la momentanea sospensione dell'offensiva. A più di un mese dal lancio dell'attacco a Mosul ovest, oltre duecentomila abitanti sono fuggiti dalla zona dei combattimenti, ma ancora seicentomila abitano nei quartieri della città sotto il controllo dell'Isis.

pc 26 marzo - Sempre solidarietà con il popolo palestinese


I documenti inseriti in questa settimana
( 19 Marzo -  25 Marzo 2017 )
25 Marzo 2017
-     Assassinato a Gaza un comandante delle brigate al-Qassam
---------------------------------------------------

-     Il caso del rapporto ritirato dall'Onu che accusa Israele di Apartheid contro i palestinesi
__________________________________________________
24 Marzo 2017
-     Ucciso giovane palestinese di Jalazon, altri tre feriti in modo grave
---------------------------------------------------
-     Comitato palestinese BDS sugli sforzi di Israele per far tacere Omar Barghouti e reprimere il movimento
---------------------------------------------------
-     Richard Gere sulla segregazione a Hebron: è esattamente come il vecchio sud africa
---------------------------------------------------
-     Popolarità Netanyahu in netto calo
__________________________________________________
23 Marzo 2017
-     Fuoco israeliano dal confine uccide 18enne palestinese
di Rosa Schiano
---------------------------------------------------
-     Il silenzio degli accademici israeliani
di Amira Hass
__________________________________________________
22 Marzo 2017
-     Un documento segreto rivela che Israele espulse abitanti di Gaza subito dopo la guerra dei Sei Giorni
di Yotam Berger  
---------------------------------------------------
-     500 palestinesi stanno attualmente scontando l’ergastolo nelle carceri israeliane
__________________________________________________
21 Marzo 2017
-     Poliziotto palestinese ucciso, due cecchini feriti durante scontri a Balata
---------------------------------------------------                          

pc 26 marzo - Straordinario blog internazionalista Maoistroad - leggi-traduci-fai circolare

  • http://maoistroad.blogspot.com
  • georges ibrahim abdallah à assemblee generale inte...
  • Mexico - ¡INICIAMOS LA CUENTA REGRESIVA RUMBO AL ...
  • Brasil - Ativista MST é assassinado dentro de hosp...
  • France - against police violences - PCF maoist
  • Germany - Demonstration for the Liberation of All ...
  • Release all political prisoners in India
  • turkish people for Saibaba
  • India concert dans la plus grande prison d'asie Ti...
  • against Modi, against le Pen, against Fascism - i...
  • fascism indutva in Uttar pradesh
  • actions in India against indutva fascism Modi's re...
  • INDIA: Protest demonstration for Saibaba, for Maru...
  • India - Freedom for Ajith and all political prison...
  • GALICIA for SAIBABA
  • Chile - lucha por la tierra - El pueblo
  • for Chang Ching
  • India - Necessary medical treatment being denied ...
  • BRASIL: 95 anos da fundação do Partido Comunista d...
  • en italie, en france ..en tunisie et dans le monde...
  • India - maoists call for a general strike 29th mar...
  • USA March 20th Rebellion at Allegheny Jail, Pitts...
  • Greece: Freedom and Justice for GN Saibaba!
  • 20 de Mayo: Campaña Internacional de Solidaridad c...
  • video 8th march iun germany and austria
  • solidarity from Usa for Musa Asoglu
  • Rusia, uno de los países con más desigualdad en el...
  • Las FARC-ep, Pobres muchachos, pobres muchachas .....
  • India - viva la lucha de la classe obrera! campana...
  • Maroc/Sahara : Reprise du procès des prisonniers d...
  • Suisse/Pays-Basque : La justice suisse autorise l’...
  • Inde : Quatre civils accusés de liens avec la guér...
  • Ecuador FDLP 2017 DEFENDER LA SALUD Y VIDA DEL PRE...
  • maoistroad no comparte in alcuna manera esta photo...
  • PCE-SR: ¡Defender la salud y vida del presidente G...
  • BRASIL: DENÚNCIA GRAVE: Estado ameaça usar o exérc...
  • Calzado esclavo en la India
  • Indonesia: Declaracion del Frente de La lucha del ...
  • from Italy to the world - free saibaba - support p...
  • Brasil - en el campo acciones por defender a vida ...
  • Rio de Janeiro: acto t frente al consulado Peru p...
  • Berlin Report on the Meeting "Defend the life of ...
  • Defend Comrade Gonzalo! Solidarity with PCP! Freed...
  • Campanha Internacional: ‘Defender a vida do Presid...
  • France: Face aux violences policières, autodéfense...
  • A week after Sukma encounter, Maoists release phot...
  • Demanding Justice For Workers of Maruti Suzuki Con...
  • Saibaba’s health condition is highly deteriorated
  • From Greece: Freedom and Justice for GN Saibaba!
  • Academics’ and professionals’ appeal against the l...
  • Brasil for Saibaba -
  • italy for Saibaba - call solidarity
  • PCm Italy - 150 workers partecipe to worker marxis...
  • 8 mars - France
  • Canada - Signs of the Crisis Times: Resurgent Fasc...
  • Canada - Communiqué Statement from the Québec Dist...
  • Chile - PERIÓDICO EL PUEBLO MARZO N°56!
  • REPUDIAMOS A SENTEÇA DE PRISÃO PERPÉTUA DADA AO PR...
  • Turkey - The people of Turkey Continues Resisting ...
  • 8 march - Norway Rød blokk
  • Demonstration for the freedom of political prisone...
  • - Georges Ibrahim Abdallah - meeting in Paris 18 m...
  • THE NAXALBARI UPRISING A new dawn was breaking.......
  • Campanha Internacional: ‘Defender a vida do Presid...
  • Austria - 8 march
  • 8 march - internationalist images
  • Saibaba - Interview with Vasantha Kumari by Jyoti ...
  • L’ILPS condamne la condamnation injuste du Profess...
  • India RELEASE IMMEDIATELY ! Saibaba and the other...
  • FUNDACIÓN DE LA INTERNACIONAL COMUNISTA
  • INDIA: Prof. G.N. Saibaba – Victim Of Everything !...
  • PCm Italy national poster for anniversary revoluti...
  • Italy class struggle - clashes in Naples against p...
  • Switzerland Communiqué: 8. März Frauen*demo in Zür...
  • Germany for Saibaba
  • Canada : Manifestation mercredi contre les violenc...
  • Belgique : Manifestation mercredi contre les viole...
  • India - Doce policías muertos en una emboscada de...
  • Bomb the Sh*t Out Of Them!’ – Trump Drones Yemen ...
  • for debate - Capitalismo Global en China
  • Brasil - Pela liberdade imediata do professor G.N....
  • IWA-GB: Condemn the conviction of Professor GN Sai...
  • 1 - Documents about Naxalbari Uprising towards 50°...
  • O Dia Internacional da Mulher Proletária pelo Bras...
  • USA : Bataille judiciaire autour du traitement de ...
  • a good news - Switzeland - Marco Camenisch is fre...
  • India - people's war attacks
  • 8march - Indonesia
  • Comunicado de las Presas Políticas Paraguayas: ¡La...
  • ICSPWI - Saibaba - 50°Naxal revolt - september tou...
  • 8 march Italy - extraordinary mobilitation of prol...
  • India - Untold prison stories by Dr. GN Saibaba
  • in India - for Saibaba
  • freedom for Saibaba
  • 8march - TKP/ML
  • 8 march - Yeni kadin
  • Berlin - 8. März - Frauenkampftag 2017!
  • GUATEMALA: 8 de marzo nuevas hijas del pueblo quem...
  • Ecuador - VIVA EL DIA DE LA MUJER TRABAJADORA, EXP...
  • Chile - 8 DE MARZO: MASIVA MARCHA EN SANTIAGO DE ...
  • Peru HONOR Y GLORIA A LA CAMARADA NORAH!

pc 26 marzo - IN USCITA AD APRILE IL FOGLIO DEL MFPR SULLO SCIOPERO DELLE DONNE DELL'8 MARZO - LA GRANDE MOBILITAZIONE RICHIEDE LA LINEA DEL FEMMINISMO PROLETARIO RIVOLUZIONARIO

In attesa dell'uscita del nuovo Foglio/dossier del Movimento Femminista Proletario Rivoluzionario, pubblichiamo dal foglio precedente sulla mobilitazione del 25/26 novembre, un articolo che già tracciava l'unità, ma anche la autonomia/distinzione delle donne proletarie, con il movimento generale in Italia di "Non una di meno", e la necessità della linea, concezione, prassi, piattaforma del femminismo proletario rivoluzionario



GRANDE MANIFESTAZIONE DELLE DONNE/RAGAZZE DEL 26 NOVEMBRE
LA NOSTRA SPERANZA... CHE LA QUANTITA' SI TRASFORMI IN QUALITA'/ROTTURA

E' stata sicuramente una grande manifestazione quella di sabato 26 nov. a Roma contro la violenza sessuale. 200mila è un dato realistico, ed è stata veramente nazionale, erano presenti grandissimi o piccoli gruppi di donne, come donne singole venute da tutte le Regioni e da tutte le province, città, anche piccole. Non dagli anni '70 come scrive erroneamente "Il manifesto", ma dalle grandi manifestazioni a Milano, Roma del 2006 e 2007, non c'era stata una mobilitazione così ampia. Vi erano, insieme a donne non giovani o anziane, tante ragazze, giovani, vi erano in migliaia le universitarie della Sapienza di Roma, ecc.
Noi speriamo che tutta questa quantità - come succede nelle leggi delle natura - si trasformi in qualità. Sia in termini di continuità, estensione di una mobilitazione che tocchi tutti i nodi della violenza reazionaria contro le donne, sia soprattutto in termini di elevamento della lotta, di agirla contro tutti i nemici delle donne, non solo gli uomini che odiano le donne ma i padroni, governo Renzi, Stato che odiano sistematicamente le donne e hanno pure il potere di mettere in pratica questo odio che diventa attacco quotidiano.
Ma questo sarà possibile se la quantità produca anche al suo interno delle "rotture". Perchè la manifestazione è stata bella e grande, ma la sua organizzazione/direzione nei contenuti, negli scopi di

pc 26 marzo - TARANTO: ANCORA CONDANNE PER CHI LOTTA VERAMENTE!

La coordinatrice dello Slai cobas sc di Taranto e vari lavoratori e lavoratrici della Pasquinelli, e disoccupati, sono stati condannati a più di 2 mesi (senza pena sospesa).

Nel dicembre 2011 erano in lotta contro il Comune, l'Amiu (come, peraltro negli anni precedenti e successivi) che invece di fare la raccolta differenziata, in violazione delle stesse leggi di questo Stato borghese, usavano fondi pubblici per distribuire manciate di appalti, ultra precari per i lavoratori, alle ditte.
Oggi il Tribunale invece di criminalizzare chi ha ampiamente contribuito alla situazione di Taranto - neanche pochi giorni fa è uscito il rapporto di ispettori del Ministeri di Economia  e finanze che ha rilevato una serie di irregolarità del Comune e partecipate, tra cui: non governo delle finanze comunali, errate contabilizzazioni di Bilancio, errato calcolo della tariffa rifiuti, errata costituzione del fondo crediti di dubbia esigibilità, affidamenti diretti da parte delle partecipate in assenza di controllo, incarichi dirigenziali a termine e del personale flessibile, con nomine ritenute dagli ispettori fuori dai limiti previsti dalla legge ed in assenza di procedure selettive, utilizzo di collaborazioni autonome al di fuori delle regole previste dalla legge, senza nessuna preventiva selezione, ecc. - condanna chi lottava e lotta contro tutto questo e molto di più. 

Ma c'è da dire che grazie a quelle lotte, e solo per quelle lotte una parte dei Disoccupati Organizzati si sono conquistati allora il lavoro.

Questo sistema giudiziario, intrecciando politica e visione di parte - contro i diritti dei lavoratori, per cui una lotta sacrosanta è considerata peggio di una truffa, della rapina continua ai danni delle popolazioni, degli attacchi al lavoro, alla salute - ad un burocratismo facile che non vuole vedere le ragioni della protesta, scarica condanne e sanzioni pecuniare.
Questo è ancora più inaccettabile e osceno in una realtà in cui la stessa Magistratura, nella persona del suo massimo rappresentante, il Procuratore, verso chi per i profitti ha fatto morire tanti operai e gente dei quartieri, dopo tre anni dall'inizio del processo Ilva, fa accordi con gli assassini, perchè escano dal processo. 

QUESTA (IN)GIUSTIZIA E' DI CLASSE! PERCHE' QUESTO SISTEMA E' DI CLASSE, DIFENDE I PADRONI, I LORO PROFITTI, LE ISTITUZIONI DEL MALAFFARE.

MA POTETE CONDANNARCI QUANTO VOLETE, I LAVORATORI, LE LAVORATRICI ORGANIZZATI NON SOLO CONTINUERANNO LE LORO LOTTE, MA LAVORANO PER METTERE FINE A QUESTO SISTEMA DI PERENNE INGIUSTIZIA.

pc 26 marzo - Verso una grande iniziativa nazionale e internazionale per l'India il 20 maggio

pc 26 marzo - Manifestazione a Berlino per la difesa della vita e della salute del presidente Gonzalo e di altri prigionieri politici nel mondo

Defend Comrade Gonzalo! Solidarity with PCP! Freedom for all political prisoners


On the 22nd of March at 4 pm around 20 comrades gathered in front of the embassy of the old peruvian state on occasion of the acute threat to Chairman Gonzalo and the answer, the call to a day of action of the Communist Party of Brasil (Red Faction) under the slogan "Defend the life of Chairman Gonzalo! Long live the People's War in Peru!". We document two speeches at this point, a

pc 26 marzo - Nelle campagne brasiliane per la difesa della vita e della salute del Presidente Gonzalo, detenuto a vita nelle carceri peruviane




pc 26 marzo - A MILANO SI PARLA DI PINO PINELLI - una corrispondenza

Sabato venticinque marzo, a Milano – presso il Centro Occupato Autogetito “T28” di via dei Transiti 28, nella zona di piazzale Loreto – ha luogo la presentazione del libro “Pinelli, la finestra è ancora aperta” (Edizioni Colibrì, pagine 271, Euro 14,00).
E’ presente uno dei due autori: Gabriele Fuga, avvocato penalista del Foro di Milano, dagli anni settanta difensore di militanti anarchici e della sinistra extraparlamentare; l’altro, Enrico Maltini, professore di Agraria presso l’Università di Udine – militante del circolo anarchico Ponte della Ghisolfa e membro della Crocenera Anarchica, una struttura che si occupa di controinformazione –  è deceduto a Milano il 26 marzo 2016.
Ad aprire l’incontro è il compagno Giuseppe Gaglio, del Punto libreria Metropolis, che spiega le motivazioni della giornata: voler tenere viva la memoria storica sulla vicenda in questione; inoltre precisa che questo è l’obiettivo di tutto il progetto che si raccoglie attorno al progetto della Libreria militante.
A seguire prende la parola il Fuga, il quale decide di evitare di presentare la sua fatica in modo classico, leggendone e commentandone alcuni brani: focalizza invece il suo ragionamento su due attori importanti del periodo in cui accade la vicenda che coinvolge il ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli.
Si tratta del partito revisionista – in particolare Giorgio Napolitano, che lui preferisce chiamare Re Giorgio – ed il giudice Gerardo D’Ambrosio, autore della tristemente famosa sentenza del 1975, che molti indicano come il punto di partenza del processo che portò succesivamente al compromesso storico, nella quale stabilì che il Pinelli sarebbe morto a causa di un “malore attivo”.
Conclusa l'esposizione del Fuga, la parola passa a Silvia, una delle due figlie - l'altra si chiama Licia - del lavoratore che cadde dalla finestra della Questura di Milano il 15 dicembre 1969: essa racconta alcuni momenti di vita vissuta con il padre, senza dimenticare di precisare come costui divenne anarchico.
26 marzo 2017
Stefano Ghio - Proletari Comunisti Alessandria/Genova

pc 26 marzo - La Taranto che lotta contro padroni, governo, Stato

  • i lavoratori Pasquinelli ex-Ancora lottano tutti i...
  • bonifiche - sarà, Dottoressa Corbelli.. ma i lavora...
  • lottare contro i focolai fasciorazzisti a taranto ...
  • taranto uno dei centri della lotta dei migranti pe...
  • difendere, organizzare e lottare per i propri diri...
  • india - italia - operai indiani/operai italiani
  • cementir - lo slai cbas incontra la task force del...
  • incontro commissario bonifiche - slai cobas Cimite...
  • lo slai cobas per il sindacato di classe per ilva ...
  • assemblea a Bari per una mobilitazione contro il G...
  • Incontri tra le cordate per l'Ilva e Fim, Fiom, Ui...
  • Documenti di identità ai migranti di Paolo VI: il ...
  • RACCOLTA E SELEZIONE DELLA DIFFERENZIATA: SONO GLI...
  • Raffaella: Perchè stiamo lottando alla Pasquinelli...
  • Lo Slai cobas con i migranti: se si negano i dirit...
  • OGGI DA TARANTO A NAPOLI PER RICORDARE IL COMPAGNO...
  • Lotta per il lavoro - dagli operai alla città
  • GIOVEDI' ROSSI - GLI OPERAI DIVENTANO "FILOSOFI" -...
  • Comunicato Lavoratori Pasquinelli - Oggi un altra ...
  • Sostenere lo sciopero e la manifestazione di oggi ...
  • Morti per tumori a Taranto 1500 all'anno
  • Che succede quando una fabbrica chiude, per gli op...
  • Consiglieri comunali, e politici tarantini uniti n...
  • E' morto Sergio Manes - editore del libro "Ilva la...
  • Sostegno alla lotta dei lavoratori e lavoratrici d...
  • Venerdì 17 Marzo un lavoratore della Coop. L'Ancor...
  • Tra lavori a rischio dopo il 31 marzo ed esuberi, ...
  • Alimentare la guerra tra poveri è la strategia del...
  • ILVA - Che sia una cordata o l'altra, gli attuali ...
  • MIgranti ancora in lotta per la carta d'identità, ...
  • GIOVEDI' ROSSI - LA CLASSE OPERAIA DECIDE TUTTO NE...
  • Da Jersey all'Italia
  • Dopo 3 anni dall'inizio del processo Ilva si "scop...
  • Sui documenti di identità ai migranti di Paolo VI ...
  • DOPO L'8 MARZO: Noi non ci fermiamo!
  • I VELENI DELL’ARCELORMITTAL UN MODELLO PER L’ILVA?...
  • Cortei dell'8 marzo - affrontiamo un tema "a risch...
  • Corteo serale dell'8 marzo: importante. Ma occorre...
  • Appalto Alenia/Leonardo - serve una sola linea NES...
  • Dai migranti di Taranto un commosso saluto ai migr...
  • CIMITERO Taranto - SETTIMA DI INFORMAZIONE, AGITAZ...
  • Ilva - manifesto in fabbrica e in città in prepara...
  • Cementir, o lavoro o chiusura per bonifica - Slai ...
  • Processo Ilva: nuova udienza il 28 marzo - Ma il p...
  • GIOVEDI' ROSSI: "LA CLASSE OPERAIA DEVE DIRIGERE ...
  • Il valore dello Sciopero delle Donne
  • Le lavoratrici delle sciopero delle donne... "Le n...
  • Riceviamo e pubblichiamo: rete idrica e fognaria a...
  • A Taranto, lo sciopero delle lavoratrici, precarie...
  • Taranto in corso lo sciopero delle donne... cosa s...
  • Anche tra le lavoratrici di Auchan e di Teleperfor...
  • TUTTE DOMANI 8 MARZO SCIOPERO DELLE DONNE, TUTTE I...
  • Anche a Talsano le donne cominciano a riunirsi e m...
  • Ilva Taranto - operai venduti ed esuberati dai nuo...
  • Le donne proletarie che lottano tutti giorni in pi...
  • Operai autorganizzati fanno il punto sull'Ilva e s...
  • Cementir Taranto ora basta - 10 marzo
  • con i nostri fratelli bruciati a Rignano foggia - ...
  • Ilva - il ruolo ambiguo delle procure di Milano e ...
  • Ilva piena d'amianto, operai a rischio mesotelioma...
  • Ilva brucia - mentre si prepara l'asta al massimo ...
  • IL VALORE DELLA PIATTAFORMA DELLO SCIOPERO DELLE D...
  • Alle donne dei quartieri inquinati, alle donne di ...
  • La Cgil invece di organizzare lo sciopero delle do...
  • Le lavoratrici, le precarie dello Slai cobas per i...
  • UN GIORNO DEI VOSTRI PROFITTI NON VALE IL NOSTRO F...
  • alla oscena pagliacciata elettorale di renzi e i s...
  • a fronte dell'arroganza Ilva- governo - procura e ...
  • Mittal e Jindal si fanno la guerra per prendersi l...
  • Jindal promette acciaio 10 milioni di tonnellate t...
  • il nuovo padrone indiano ci promette lavoro e calc...
  • Mimmo Mazza gazzetta - pessimo esempio di giornali...
  • la Cgil di Taranto mal digerisce che al processo l...
  • il proc di Taranto Capristo, che nel processo ilva...
  • AL GHETTO DI RIGNANO: DOPO IL CORTEO, I MORTI DI S...
  • FORMAZIONE OPERAIA - LA CLASSE OPERAIA DEVE DIRIGE...
  • Renzi e Bellanova dei bastardi....con i loro compl...
  • Rizzo facci capire ....questi incontri sono scanda...
  • Ilva taranto - giornalisti impacchettati e spesati...
  • scandaloso incontro segreto di renzi e la sua serv...
  • sciopero delle donne 8 marzo - oggi giro per scuol...
  • Migranti a Taranto - la lotta dei documenti autorg...
  • la Jindal pur di acquisire lo stabilimento invita ...
  • processo Ilva - gli avvocati degli imputati a brac...
  • grazie all'accordo Ilva .. operai dell'indotto ver...
  • dirigenti Fiom - ipocriti e come sempre con due pi...
  • processo ilva - una sentenza che blocca per ora l'...
  • ilva - il volantinaggio della USB, dopo quello del...
  • Al Processo Ilva è stata una buona giornata
  • Presidio migranti: i Documenti di Identità sono un...
  • lavoratrici, venite a vedere domani un bel film

sabato 25 marzo 2017

pc 25 marzo - ...E ora, tutti a Taormina

pc 25 marzo - Roma - la cerimonia e il teatrino europeo è andato - passiamo alle cose serie - il G7 di Taormina


17342561 1165991706861134 7452953408815022182 n17458420 1166062646854040 5579513487179455755 n

pc 25 marzo - Solidarietà con gli operai della Maruti Suzuki condannati all'ergastolo - campagna internazionalista

Il documento pervenuto dai lavoratori indiani chiama tutti alla informazione e mobilitazione.
Campagna internazionalista promossa dallo Slai cobas per il sindacato di classe/CN
insieme al comitato internazionale india
347-1102638

Chiediamo giustizia per i lavoratori Maruti Suzuli condannati al carcere a vita

 
Il 18 marzo 2017 il Tribunale di Gurgaon ha condannato 13 lavoratori di Maruti Suzuki all'ergastolo per omicidio. 12 di questi al tempo dei fatti erano dirigenti del sindacato dei lavoratori Maruti Suzuki, altri 18 sono stati condannati a pene da tre a cinque anni per disordini e lesioni gravi. I procedimenti contro questi lavoratori erano stati depositati nel luglio 2012, dopo gli incidenti nello stabilimento di Maruti Suzuki di Manesar, nei quali un capo aveva perso la vita. Su denuncia dell’azienda, la polizia arrestò 148 lavoratori, accusati di cospirazione e dell'uccisione del funzionario dell’azienda.

Dopo un processo durato 4 anni e mezzo, la sentenza del tribunale si basa su prove inconsistenti

pc 25 marzo - Ilva Taranto - la linea netta e chiara dello SLAI COBAS per il sindacato di classe ILVA/TARANTO sulla vendita dell'Ilva di Taranto


pc 25 marzo - India per la libertà di Saibaba - informazione, mobilitazione capillare, verso giornata di lotta 20 maggio - 50° anniversario della rivolta dei naxaliti, oggi guerra popolare guidata dai Maoisti

A tutte le forze antimperialiste
Alle organizzazioni contro la repressione e di solidarietà con i prigionieri politici
Ai docenti, intellettuali, studenti democratici

Protestiamo contro la condanna all’ergastolo del Prof. GN Saibaba e 5 suoi compagni!
Fermiamo il soffocamento del dissenso con leggi liberticide e processi farsa!

Libertà per tutti i prigionieri politici in India!

comitato internazionale di sostegno alla guerra popolare india
csgpindia@gmail.com
tel. 347-1102638

pc 25 marzo - Roma lo Stato borghese e la sua repressione - moderno fascismo e Stato di polizia domandano un nuovo livello dell'organizzazione proletaria - proletari comunisti/PCm Italia


Nella notte sono state controllate 1500 persone: foglio di via per 7 antagonisti veneti, 170 anarchici francesi fermati a Milano.

pc 25 marzo - Ancora sull'accordo neocorporativo antioperaio Tenaris Dalmine e FIM-FIOM-UILM


TENARIS: ACCORDO PONTE = ACCORDO BIDONE
Redazione di Operai Contro, I sindacati  FIM-FIOM-UILM hanno firmato un nuovo accordo ponte con i padroni della Tenaris. I sindacalisti hanno fatto approvare l’accordo da un referendum. Dei 1746 votanti, […]

I sindacati  FIM-FIOM-UILM hanno firmato un nuovo accordo ponte con i padroni della Tenaris. I sindacalisti hanno fatto approvare l’accordo da un referendum. Dei 1746 votanti, nelle 5 sedi presenti in Italia 999 lavoratori hanno votato si all’accordo. 747 hanno votato no all’accordo. Questo è il solito referendum farsa che i sindacati propongono ai lavoratori. E’ un referendum che in cambio di pochi euro regala all’azienda 4 anni di non rinnovo del contratto integrativo. Regala all’azienda anni di cassa integrazione. Regala all’azienda i 1000 licenziamenti. I pochi soldi, sono dati in buoni carburante e buoni spesa. I sindacalisti sembravano il gangster Renzi. La promessa era di 1500 euro in busta paga, ma tutto si risolve forse con una tantum di 250 euro.

Intanto con l’accordo ponte, l’integrativo slitta. Chissa quali promesse hanno fatto sotto banco i sindacalisti ai padroni della Tenaris

Un operaio di Dalmine

pc 25 marzo - A Roma il piano di repressione di massa del governo cerca il suo sfogo

La polizia ha attaccato il corteo per separare l'ultimo spezzone dal resto del corteo! 


  • Grave provocazione. La polizia ha bloccato la strada ai manifestanti


  • pc 25 marzo - Ilva - trattative segrete tra padroni indiani in attesa e sindacati confederali FIM-FIOM-UILM


    Apprendiamo dalla stampa che nei giorni scorsi le segreterie di Fim Fiom Uilm hanno incontrato i vertici delle due cordate imprenditoriali in corsa per l'acquisizione del gruppo Ilva.
    Sorprende che, come peraltro già accaduto, tutto proceda senza un minimo di trasparenza, senza alcun  rispetto dei lavoratori interessati, della cittadinanza di Taranto.
    Siamo certi che il dicastero dello Sviluppo economico si stia prodigando per costruire buone relazioni tra i vertici sindacali e quelli aziendali mosso dall'evidente preoccupazione di gestire una difficilissima vertenza, dai pesanti risvolti sociali.
    Nel farlo si dimentica che nell'Ilva di Taranto esistono organizzazioni sindacali molto rappresentative, ed è inaccettabile e inverosimile che proprio il governo che dovrebbe garantire il rispetto del pluralismo politico e sociale abbia ormai deciso di affiliarsi a Cgil Cisl Uil, escludendo i sindacati scomodi.
    La ragione è semplice quanto gravissima: USB viene esclusa perchè ha deciso di contrastare un piano di cessione che, con risorse pubbliche, cancellerà migliaia di posti di lavoro e continuerà a uccidere con i suoi veleni per consegnare ai privati impunità e profitti.
    Noi, come USB, rivendichiamo il diritto dei lavoratori e della città di Taranto ad essere protagonisti di questa vicenda, non soggetti passivi a cui presentare il tavolo apparecchiato.
    Se il governo continuerà su questa strada metteremo in campo il massimo di mobilitazione. A partire dall'assedio delle sedi in cui si discute a porte chiuse del destino di decine di migliaia di uomini e di donne, del futuro stesso di una città.

    pc 25 marzo - Il ministro degli Interni e la polizia contro la solidarietà antirazzista

    Ventimiglia, denunciato per aver dato da mangiare ai migranti


    Ventimiglia, denunciato dalla polizia per aver dato da mangiare ai migranti

    Il primo verbale di polizia dopo l'ordinanza del sindaco pd che vieta di distribuire alimenti

     Sul verbale della Polizia di Stato, commissariato di Ventimiglia, si legge: “Indagato per aver somministrato senza autorizzazione cibo ai migranti”. È datato 20 marzo ed è il primo provvedimento di cui si ha notizia, in seguito all’ordinanza dell'11 agosto 2016, con la quale il sindaco della città di confine con la Francia, Enrico Ioculano (Pd), vieta la distribuzione di alimenti ai migranti.

    I denunciati in realtà sarebbero stati tre, tutti di cittadinanza francese. «Siamo di fronte al capovolgimento di ogni logica. Utilizzare il diritto per colpire e punire episodi di solidarietà non può